Generale

:: Chi siamo
:: Statuto
:: Appuntamenti ed iniziative
:: Contatti


  Biblioteca

:: Presentazione
:: Libri sibillini
:: Ricerca


  Centro Antiviolenza

:: Presentazione
:: Vai al sito Web
:: Donne e violenza
:: Turismo sessuale minorile


  Cultura

:: Il potere delle donne
:: Corso di scrittura creativa
:: Corso di Acquarello
:: Corso Amarsi davvero
:: Corso comunicare è una parola


  Vivere bene col proprio corpo

:: Ginnastica in palestra
:: Acqua Gym
:: Difesa personale


  Politica e interventi

:: Donne e Lavoro
:: Donne e Politica
:: Donne e Salute
:: Donne e Femminismo
:: Donne e pace


 
STATUTO
 

 

STRALCIO DELLO STATUTO

ASSOCIAZIONE “COORDINAMENTO DONNE” di TRENTO

 

ART. 1

E' costituita l'associazione “Coordinamento Donne”, come centro permanente di vita associativa delle donne e ha sede in Trento, Via Dogana 1

ART.2 omissis

ART. 3

L'Associazione ha lo scopo di:

•  Approfondire un percorso di ricerca sull'identità della donna, inquadrando le cause storiche e sociali che hanno determinato l'assegnazione di ruoli e l'oppressione della donna all'interno della società.

•  Modificare la cultura segnata al maschile;

•  Difendere i diritti delle donne, promuovendo iniziative di richiesta, di proposta, di verifica nei confronti delle istituzioni pubbliche, affinché vengano applicate, migliorate o introdotte normative volte alla promozione della presenza delle donne sul piano del lavoro, della cultura, della vita sociale e politica;

•  Promuovere lo sviluppo dei servizi sociali, con particolare riferimento all'attuazione di quanto disposto dalla legge n 405/75 e dalla l.p. della Provincia di Trento n 20/77, nonché l'applicazione della legge n 194;

•  Denunciare ogni forma di violenza a cui siano sottoposte le donne e fornire sostegno attivo sia sul piano della solidarietà, sia su quello legale;

•  Contribuire a trasformare il contesto sociale in modo che non esistano forme di oppressione di nessun tipo.

ART. 4

Per il raggiungimento di tali scopi l'associazione intende realizzare:

•  un centro di documentazione e di informazione della donna;

•  collegamenti con realtà organizzate di donne operanti sul territorio nazionale;

•  promozione e organizzazione di convegni, dibattiti, seminari e ogni altra iniziativa tesa ad approfondire e diffondere la conoscenza del problema della condizione femminile;

•  favorire l'informazione sulle leggi, le normative, le politiche che riguardano la donna e conseguentemente l'intera comunità,

•  l'elaborazione e la diffusione di materiale proprio;

•  lavoro di studio, ricerca, analisi sul ruolo della donna, così come si è storicamente determinato.

ART. 5 omissis

ART. 6 omissis

ART. 7

Possono essere socie dell'Associazione tutte le donne che si riconoscono nelle finalità e negli scopi dell'Associazione stessa, facciano domanda al Comitato Direttivo e versino la quota sociale stabilita annualmente. (euro 10,00= socie ordinarie e euro 20,00= socie sostenitrici)

ART. 8.9.10.11.12 omissis